04/05/2020

Un nuovo vestito per le infrastrutture di cablaggio Datwyler

Dallo scorso mese di marzo, Datwyler Cabling Solutions ha reso disponibile in Italia una nuova famiglia di armadi rack, adatti all’installazione in ambito LAN e data centre. Questa si distingue dalla precedente sotto molti aspetti e ha tutte le carte in regola per consentire al marchio svizzero di fare un significativo passo commerciale in avanti anche riguardo a questa tipologia di prodotto.

Si tratta di soluzioni che, pur mantenendo lo standard qualitativo che caratterizzava la famiglia precedente, presenta davvero tanti reali miglioramenti sotto il profilo della completezza di gamma, della gestione logistica, dei tempi di produzione e consegna, della sicurezza in fase di trasporto, della flessibilità di personalizzazione, della fornitura delle parti di ricambio, del livello estetico e delle finiture, nonché, da ultimo ma non da ultimo, dei prezzi.

Da diversi anni, ormai, Datwyler concepisce l’armadio rack come un qualunque componente di cablaggio, perciò si è impegnata davvero molto per arrivare a disporre, nel proprio catalogo, di una gamma in linea con tutti gli altri suoi prodotti dal punto di vista dell’affidabilità, della competitività e della disponibilità.

La nuova famiglia si compone di armadi Network, Server e da parete in moltissime combinazioni dimensionali, di colore nero (standard per l’Italia) e grigio chiaro (su richiesta, ma senza aggravi di costo né di tempo d’attesa).

Permane, per le varianti Network e da parete, il grado di protezione IP30, adatto a soddisfare qualunque requisito d’impiego comune, ma vi è, ora, la possibilità di averle anche in versione IP55 per l’installazione in ambienti industriali o, più in generale, meno protetti.

A dispetto delle strutture portanti ora completamente smontabili, i nuovi armadi offrono una caricabilità statica incrementata fino a 1.000 kg, a conferma del loro elevato livello qualitativo.
Non meno migliorata risulta la gamma di accessori, sia per ampiezza che per concorrenzialità. Inoltre, l’ultima edizione del Listino Prezzi Datwyler include un lungo elenco di parti di ricambio quali porte (di diversi tipi), pareti laterali, montanti rack 19” e maniglie, al fine di consentire l’immediata identificazione e fornitura dei componenti sostitutivi o aggiuntivi richiesti.

Venendo agli aspetti più commerciali, ve ne sono diversi che meritano senz’altro di essere sottolineati: la sensibile riduzione dei prezzi, particolarmente evidente per gli armadi Server, quelli da parete e gli accessori; la possibilità di fornitura, su richiesta, in modalità “flat pack”, ossia con tutti i componenti strutturali e di completamento singolarmente imballati anziché pre-assemblati; il rapido tempo di consegna, anche per allestimenti personalizzati; la fornitura tramite un trasportatore specializzato, particolarmente attento e attrezzato affinché gli armadi giungano a destinazione senza riportare alcun danno; l’assenza di quantità minime ordinabili, a prescindere dal fatto che si tratti di configurazioni standard o personalizzate.

Gli armadi rack, più di qualunque altro componente delle infrastrutture passive di cablaggio, rappresentano spesso una criticità che impone scelte a favore dell’aspetto qualitativo piuttosto che di quello economico piuttosto che di quello logistico, ma, grazie alla nuova linea, Datwyler dichiara apertamente di poter rimuovere tale criticità, offrendo soluzioni capaci di coniugare affidabilità tecnica, competitività dei prezzi, facile reperibilità dei prodotti e massima flessibilità di servizio.